SVELATA LA SORPRESA: SI TRATTA DEL MONUMENTO/PEPITA!

Welcome Stranger, come quella del 1872.
L’hanno chiamata così sui giornali la pepita gigante di Mongrando, opera dello scultore e pittore Ivano Castaldi, realizzata nelle officine della Tecnomeccanica Biellese di Luigi Ploner ed inaugurata il 1 Giugno a Mongrando alla presenza del Sindaco di Mongrando e di quello di Zubiena, di vari assessori dei due comuni e della cittadinanza mongrandese incuriosita dalla notizia, che preannunciava l’evento.

Si tratta di una scultura in resina, acciaio, pietra, rame, quarzo, raffigurante una enorme pepita del peso di circa 200 chilogrammi, in cui sono conficcati un piccone ed una pala, strumenti del cercatore d’oro, che “emerge” dalla batèa, il piatto del cercatore, il tutto per oltre 2 metri di altezza e più di uno di larghezza.

La pepita farà bella mostra di sè nel cortile interno del Municipio di Mongrando fino al 1 Luglio, quando verrà installata presso una rotonda sulla SS Trossi nei pressi del centro commerciale Gli Orsi, ben visibile da chi arriverà a Biella, fino al 15 Agosto, quanto verrà nuovamente portata a Mongrando, ma questa volta presso l’area delle gare del Mondiale, attrazione nell’attrazione dell’evento.

L’Associazione ringrazia tutti coloro si sono spesi per questa importante iniziativa promozionale, primo tra tutti Piero Cremona ed i Lions Biella, Ivano Castaldi e le sue doti, Luigi Ploner e la sua Tecnomeccanica.

Infine, ma non da ultimo, a margine dell’inaugurazione si è svolto il rinfresco offerto dalla Pro Loco di Mongrando del Presidente Angelo Fante, impreziosito ancora di più dalle “pepite” realizzate da Raffaella Donegà della omonima azienda agricola, biscotti dolci speziati e decorati d’oro! Tanto per finire in dolcezza…

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *